283615-virus

La replicazione virale

I virus sono agenti infettivi di struttura relativamente semplice che si moltiplicano soltanto all’interno di cellule viventi, delle quali usano i meccanismi di sintesi per replicarsi e dirigere la sintesi di elementi specializzati, capaci di trasferire il genoma virale ad altre cellule.

Questa definizione (adattata da Luria e altri, 19783) contiene le proprietà essenziali dei virus.
1) La prima proprietà è quella del parassitismo endocellulare: mentre altri organismi (per es. il plasmodio della malaria) sono parassiti endocellulari, soltanto i virus dipendono completamente dai meccanismi della cellula ospite, non solo per la produzione di energia e il rifornimento dei materiali nutritivi, ma anche per l’espressione dei loro stessi geni.
2) Il genoma virale, che è costituito da molecole di acido nucleico, dirige la sintesi delle proteine virali che sono usate non solo per la replicazione, ma anche per il processo di maturazione, cioè l’inclusione del genoma entro un rivestimento proteico per generare una particella virale che può essere rilasciata dalla cellula infetta e attaccare altre cellule.
I virus sono generalmente entità submicroscopiche, che possono essere osservate soltanto con l’aiuto del microscopio elettronico. Essi non hanno un’organizzazione di tipo cellulare, ma nella loro forma più semplice sono costituiti da una molecola di acido nucleico inclusa in un rivestimento proteico (o capside).
… Il materiale genetico (o genoma) dei virus può essere costituito da DNA o RNA. Sotto questo aspetto i virus rappresentano un’eccezione alle leggi generali della biologia, dal momento che in tutti gli altri organismi conosciuti l’informazione genetica ereditaria è codificata soltanto nel DNA, mentre le molecole di RNA agiscono come messaggeri, cioè portatori dell’informazione genetica dal DNA alle strutture capaci di tradurla nei prodotti genici, cioè in proteine.
È importante notare che il genoma dei virus non solo contiene tutta l’informazione genetica necessaria per formare una particella virale, ma in molti casi è esso stesso infettivo.

Condividici tramite:

Approfondisci